• Biciclettata contro il razzismo
    Biciclettata contro il razzismo
  • Riconoscimento dello Stato di Palestina Mc MANAR
    Riconoscimento dello Stato di Palestina Mc MANAR
  • Diritti degli immigrati
    Diritti degli immigrati
  • Nel mio paese nessun è straniero
    Nel mio paese nessun è straniero
  • Doposcuola
    Doposcuola
  • Occhioaimedia: internazionale 2014
    Occhioaimedia: internazionale 2014
  • Corso di italiano
    Corso di italiano
  • Ginnastica donne
    Ginnastica donne
  • Alla Rai con lilian thuram
    Alla Rai con lilian thuram
  • Torneo: pallavolo femminile
    Torneo: pallavolo femminile
  • Corso di italiano
    Corso di italiano
  • Torneo parole e giochi
    Torneo parole e giochi
  • Convegno Letterario
    Convegno Letterario
  • Un appello per fermare le stragi in mare
    Un appello per fermare le stragi in mare

Cittadini del Mondo

Via Kennedy, 24 - Ferrara
Tel. 0532.764334

Italiano per stranieri

Lunedì         17:00-18:30
Martedì        17:00-18:30
Mercoledì    17:00-18:30
Giovedì        17:00-18:30
Venerdì        17:00-18:30

Attività doposcuola

Martedì    14:30 - 17:00
Giovedì    14:30 - 17:00

Ginnastica donne

non abbiamo ancora inziato il corso
ma si può iscriversi

Palestra via Ortigara 14

Occhioaimedia .org

occhioaimedia.org

litalia_sonoancheio

secondegenerazioni.it

 

 

arcoiris

  •  DIRITTO DI VOTO PER I MIGRANTI RESIDENTI

  • CITTADINANZA DEI FIGLI NATI E/O CRESCIUTI IN ITALIA

  • CHIUSURA DEI CENTRI DI DETENZIONE (CIE e tutti gli altri centri di reclusione amministrativa per stranieri)

  • ABOLIZIONE DELLA BOSSI-FINI

  • RISPETTO DEI DIRITTI DEI LAVORATORI E LOTTA AL CAPORALATO

Non solo ai confini ma spesso anche dentro i Paesi dell'Europa c'è un sistema di differenziazione ed esclusione che rende i diritti, ma anche le vite stesse, precari ed incerti. Le tragedie come quelle del 3 ottobre 2013 ci dicono come i migranti vengono respinti nel mare Mediterraneo. Migliaia di altre forme di respingimento avvengono ogni giorno nelle scuole pubbliche, nelle anagrafi, nelle questure, nelle ASL e negli ospedali, in cui tutti diventano vittime, non solo i migranti a cui sono rifiutati documenti e tessere, ma una gerarchia di uomini e donne che vedono trasformare la salute, l'istruzione, l'assistenza e la previdenza sociale in un privilegio irraggiungibile.